Tutto quello che c'è da sapere sull'Aloe Vera

Ciao a tutti!
In questo periodo di caldo torrido la mente vola subito verso pensieri rinfrescanti, e il prodotto più fresco e idratante che ci viene in mente subito è l’Aloe Vera. Pianta miracolosa che negli ultimi anni si è imposta sempre di più negli scaffali dei nostri supermercati e sulle confezioni di numerosi prodotti cosmetici, l’Aloe Vera, con il suo sapore fresco, dai toni dolci, è originaria dei climi tropicali, ma si è adattata in fretta alle nostre temperature, ed è oggi una pianta ornamentale abbastanza diffusa e facile da curare. È oggi coltivata in modo intensivo, ed è infatti ingrediente essenziale di molti prodotti d’uso quotidiano, come bevande, creme per la pelle, cosmetici, addirittura qualche farmaco naturale lenitivo contro le ferite e le ustioni leggere. Il suo presunto elevato potere idratante ne fa infatti un prodotto dai mille usi, in grado di dare sollievo sia per uso esterno che interno.

Sappiamo che l’Aloe Vera in natura è tipica dei climi più caldi, in particolare quelli del Golfo Arabo e dell’equatore Africano, ma numerosi esemplari sono stati ritrovati anche nelle isole più calde dell’Atlantico, come Madeira. La coltivazione intensiva è anch’essa propria delle regioni più calde, dall’Australia al Centro America, fino al Sud Africa e al Sud Est Asiatico. Risulta però difficile individuare una variante originale, alla luce proprio della sua diffusione in numerose culture nel corso di questi pochi secoli, che, combinata con la facilità con cui può essere trapiantata e coltivata un po’ ovunque, la rende comune in numerose parti del globo. La sua diffusione risale infatti al diciassettesimo secolo, ma solo negli ultimi anni è esplosa come prodotto di consumo di massa. Sono sempre di più infatti le applicazioni commerciali che vengono trovate, e oggi si parla di numerosi benefici diversi.

Per uso esterno si vuole che aiuti a lenire psoriasi varie e secchezza della pelle, che dia sollievo contro le bruciature, anche quelle solari, e addirittura che rallenti l’invecchiamento della pelle. Qualcuno addirittura la utilizza per la prevenzione dell’acne. Assunto internamente aiuterebbe a lenire il dolore causato da ulcera e disturbi gastro-intestinali, principalmente la gastrite. Tutti questi benefici sono però stati recentemente messi in discussione dalla ricerca scientifica. Prove certe di quanto sostenuto dai produttori non ce ne sono, anzi in alcuni casi di certo ci sono solo gli aspetti negativi. Derivati chimici dell’Aloe Vera ad uso dell’industria alimentare sono stati tolti dalla circolazione in quanto, in dosi molto elevate, risultano lievemente cancerogene. Mentre la sensazione di sollievo causata dall’applicazione esterna, utilizzo che si tramanda dall’antico Egitto, potrebbe rimanere solo una sensazione, senza effetti concreti. I risultati di queste ricerche non hanno impattato sull’utilizzo del gel ricco d’acqua che si estrae dalla pianta, ma riguardano per ora solamente un suo consumo elevato, non trattato, da parte di topi e cavie da laboratorio, non abbastanza per fermarne la commercializzazione. In sostanza, oggi come oggi, possiamo toglierci la soddisfazione derivata dalla sua freschezza come bevanda o come crema senza troppi scrupoli, ma potrebbe essere il massimo che possiamo ottenere da questa pianta, almeno fino a prova contraria.

C’è ovviamente un modo per godere di tale sollievo senza preoccuparci dei richiami del mondo scientifico, ed è, ovviamente, quello di limitarci ad apprezzarne il profumo, che richiama alla mente proprio quella sensazione di freschezza che tanto ricerchiamo nei periodi più caldi. Yankee Candle non si è lasciata sfuggire l’opportunità di proporre una sua creazione proprio su questo tema dell’Aloe Vera. D’altronde il gel di Aloe Vera viene utilizzato come base per molti composti di oli essenziali in aromaterapia, e una fragranza dedicata già pronta è perfetta per renderci le cose più facili. Dai toni rinfrescanti ma anche rilassanti, Aloe Water di Yankee Candle mette in mostra tutta la sua esperienza, combinando note di testa fruttose con un cuore di Aloe, per concludere con note di fondo muschiate ma, curiosamente, anche fiorite, con un tocco di violetta. Può sembrare un accostamento azzardato, ma sappiamo che con Yankee Candle non si sbaglia mai.

Passate in negozio a provarla!

A presto!

Lascia un commento